Un termovalorizzatore di rifiuti introduce una soluzione di monitoraggio dell’HCl per ridurre i costi dei reagenti e supportare i futuri requisiti delle BREF

Soluzione di controllo dell’abbattimento di HCl | LAS 5000XD

Customer: Termovalorizzatore, Regno Unito

Challenge: Misura e controllo di processo del HCI prima dell’abbattimento

Solution: Analizzatore di gas in situ LAS 5000XD

Un termovalorizzatore nell’Hampshire (UK) è operativo da dicembre 2004. L’impianto brucia 180.000 tonnellate di rifiuti non riciclabili all’anno, tramite due line, per fornire fino a 16 MW di energia alla rete nazionale

Premessa

Le emissioni di un impianto di incenerimento di rifiuti contengono una serie di gas regolamentati dalla direttiva europea sulle emissioni industriali (IED).

Due di questi gas sono l’acido cloridrico (HCl) e l’anidride solforosa (SO2), entrambi gas acidi. Durante il normale funzionamento, entrambi vengono emessi in aria ambiente in piccole quantità dagli impianti di termovalorizzazione.

Le emissioni di piccole quantità sono il risultato di un’ottima tecnologia di controllo dell’abbattimento. La calce viene iniettata nell’impianto di abbattimento per ridurre efficacemente la concentrazione di tutti i componenti acidi presenti nel flusso di gas.

Tuttavia, a causa della natura disomogenea della materia prima (rifiuti non riciclabili), la concentrazione di HCl e SO2 nei fumi da trattare può variare notevolmente, quindi entrambi devono essere attentamente monitorati.

Problematica

L’ultima revisione dello IED vedrà ridurre significativamente i limiti di emissione, come evidenziato nella tabella seguente.

Limite attuale
(mg/m3)
Nuovo limite, Impianto esistente
(mg/m3)
Nuovo limite, nuovo impianto
(mg/m3)
HCl 10 8 6
SO2 50 40 30

Con questi nuovi limiti, l’efficienza del sistema di abbattimento diventa sempre più importante. Fino ad ora, gli operatori del sito stimavano la quantità di calce reagente necessaria monitorando le concentrazioni finali in emissione nell’atmosfera. Una valvola di alimentazione aumentava / diminuiva la quantità di calce iniettata nel flusso nel tentativo di ridurre le emissioni.

Il problema con questo metodo è la dipendenza da una tecnica di “feed-back”. Gli operatori del sito hanno spesso aggiunto troppa calce. Il sovradosaggio è comune, ma questo ha un costo sia in termini di violazioni dei limiti di emissione che di spreco di calce.

Soluzione

Il termovalorizzatore dell’Hampshire si è rivolto ad ENVEA per una soluzione economica che può essere adattata ai futuri cambiamenti legislativi.

E’ stato proposto l’analizzatore in situ a diodo laser sintonizzabile il LAS 5000XD TDL, anche se può analizzare soltanto la concentrazione di HCl.

L’esperienza di ENVEA dei sistemi di incenerimento, la composizione tipica del gas di processo e il valore limite delle emissioni hanno suggerito che controllando e abbattendo la concentrazione di HCl si ottiene anche un efficace abbattimento dell’SO2.

L’analizzatore di gas in situ a diodo laser sintonizzabile LAS 5000XD è stato testato nell’impianto per misurare la concentrazione di HCl a processo prima dell’abbattimento, in modo da poter aggiungere quantità accurate di calce.

LAS 5000XD è una soluzione precisa, affidabile e senza manutenzione. Misura l’HCl che consente all’impianto di funzionare in modalità completamente automatica, perché il dosaggio della calce è regolato in base alle letture dello strumento.

Ora, l’analisi del gas può essere eseguita dal LAS 5000XD a monte dell’abbattimento per regolare l’immissione della calce nel sistema di abbattimento.

Questa soluzione è stata ampiamente apprezzata dai gestori perché è la prima volta da quando l’impianto è diventato operativo che il loro sistema di abbattimento è stato completamente automatizzato.

Vantaggi per il cliente

  1. Consente all’impianto di abbattimento di funzionare in modo completamente automatizzato senza intervento manuale, eliminando così le ipotesi e migliorando la precisione.
  2. Soddisfa gli attuali valori limite di emissione (ELV) e supporta i futuri requisiti delle BREF.
  3. Risparmio sul dosaggio della calce di £ 21k per linea.
  4. Assenza di manutenzione – Riduzione dei tempi di fermo impianto altrimenti spesi per la manutenzione delle parti.

Risultato

La prova di 12 mesi ha dimostrato che stanno risparmiando 0,5 tonnellate di calce al giorno per linea. Al prezzo corrente di mercato, il sito sta risparmiando circa £ 21000 all’anno, per ciascuna linea.

Di conseguenza, il ritorno sull’investimento per un analizzatore di gas in situ LAS 5000XD è di poco superiore ad un anno.

Prenota un sopralluogo e scopri come il tuo impianto potrebbe trarre vantaggio da LAS 5000XD.

RELATED CONTENT:

CONTENUS ASSOCIÉS :

WEITERE LINKS:

CONTENUTO RELATIVO:

CONTEÚDO RELACIONADO:

CONTENIDO RELACIONADO:

СОПУТСТВУЮЩИЙ КОНТЕНТ:

相关内容: