EUROVIA sceglie ENVEA per il monitoraggio delle emissioni di polvere

Produzione di Asfalto | PCME LEAK ALERT 65-02

Cliente: Impianto MPRO per la produzione di asfalto

Contesto: esperimento relativo all’impianto IoT – rilevamento delle perdite e misurazione continua delle emissioni di polveri dopo il filtro a maniche.

Soluzione: monitoraggio polveri – PCME LEAK ALERT 65-02

L’impianto di produzione di asfalto EUROVIA MPRO di Mitry Mory è stato messo in funzione nel 1988 e modernizzato nel corso degli anni. L’impianto TSM25 è stato costruito da MARINI-ERMONT e offre un processo continuo con una capacità produttiva di 280 t/h.

Il sito produce più di 120.000 tonnellate di asfalto ogni anno per i cantieri stradali della regione Ile de France. È soggetto all’autorizzazione della prefettura per il funzionamento e alle norme ICPE (protezione dell’ambiente).

Queste richiedono misurazioni regolari delle emissioni atmosferiche e impongono una soglia massima per le concentrazioni di polvere nei fumi di scarico.

Intervista con il sig. Pierre Beauquesne, responsabile di processo di EUROVIA

Qual è il contesto per la riqualificazione del sito in termini di controllo delle emissioni?

L’impianto è dotato di un filtro a maniche che copre una superficie di più di 1.100 m2, composto da più di 700 elementi tessili di tipo Nomex® . Ha lo scopo di assicurare la filtrazione dei gas grezzi carichi di polvere per garantire un indice di peso fissato nel decreto della prefettura a 50 mg di polvere totale/Nm3.

Processo di produzione dell’asfalto
Asphalt production: EUROVIA chooses ENVEA for dust emissions monitoring

Poiché i sacchi del filtro a manica di questo depuratore sono molto stressati, stavamo cercando un dispositivo di misurazione affidabile che ci avvisasse immediatamente se la soglia dei 50 mg veniva superata.

Quali soluzioni ENVEA avete implementato?

Come parte di un esperimento IoT per lo sviluppo della fabbrica connessa a EUROVIA, abbiamo approfittato della partnership con ENVEA per testare il PCME LEAK ALERT 65-02 collegato in tempo reale alla nostra piattaforma IoT.

Il dispositivo ha dimostrato rapidamente la sua efficienza e ha soddisfatto le nostre aspettative avvisandoci immediatamente del minimo guasto del filtro. Infatti, dopo alcuni giorni di utilizzo abbiamo notato un picco di traboccamento a frequenza regolare che corrispondeva a un sacchetto del filtro che si era spostato dal suo alloggiamento.

Dettagli di installazione:

Il rilevatore di perdite di polveri PCME LEAK ALERT 65-02 è dotato di un controller esterno per il monitoraggio continuo delle emissioni di particolato all’uscita del filtro. Utilizza la comprovata e brevettata tecnologia ElectroDynamic®.

Questo sistema è particolarmente adatto per l’uso su dispositivi di raccolta delle polveri con filtro in tessuto (filtri a maniche). Permette un monitoraggio affidabile e robusto della perdita di particelle da filtri difettosi
Il sensore, installato dopo il filtro a manica, condiziona, amplifica e analizza il segnale della polvere e comunica a distanza un segnale digitale sicuro all’unità di controllo per la configurazione, la visualizzazione locale e i segnali di uscita 4-20 mA.
Il rilevatore di perdite è adatto a temperature da 0 a 250°C e fino a 400°C. Abbiamo scelto l’opzione di un sistema di scansione e di un rivestimento isolante in PTFE per evitare la condensazione e l’acidità.

PCME VIEW 370

Le soluzioni ENVEA hanno soddisfatto le vostre aspettative?

Abbiamo condotto test approfonditi e siamo pienamente soddisfatti della stabilità delle misure e della durata del PCME LEAK ALERT 65-02. Abbiamo quindi chiesto ad ENVEA una più ampia diffusione di questo tipo di dispositivo nei siti EUROVIA che cercano soluzioni per il rilevamento delle perdite di polvere.
Grazie alla qualità dei nostri interventi con il nostro contatto di ENVEA, siamo stati anche in grado di implementare dispositivi simili su altri siti nella regione Ile-de-France e nel resto della Francia dove il sistema IoT non è implementato.

The PCME VIEW 370, associato al software Dust Tools software, ha quindi dimostrato di essere una soluzione affidabile e duratura per la misurazione delle polveri. Il sistema è autonomo e permette una facile segnalazione delle emissioni senza la necessità di sviluppare uno strumento interno specifico. Non essendo ancora collegato al nostro sistema IoT nella misurazione diretta, ha quindi soddisfatto con successo i nostri vincoli operativi.